COMUNICATO DEL SINDACO DANIELE GARUTI

Pubblicata il 25/04/2020
Dal 25/04/2020 al 03/05/2020

Cari Concittadini,
siamo giunti a 2 mesi di emergenza virus. Alla nostra comunità è stato attribuito il quarto decesso e, come in precedenza, si tratta di persona anziana ospite di una struttura, in questo caso a Ferrara. Alla data del 24 aprile il totale complessivo dei positivi di Poggio Renatico, dall’inizio della pandemia, è riassunto in 13 ricoverati in ospedale e 16 in isolamento domiciliare, un totale quindi di 29 positivi su 843 casi della provincia di Ferrara. Da tener presente che molti di questi, impegnati in attività socio-sanitarie, sono già guariti ed hanno ripreso il lavoro in impieghi a maggior rischio contagio. Sempre dal punto di vista statistico, la nostra comunità non ha risentito, in modo significativo, dell’effetto del virus. Dall’inizio di quest’anno al 24 aprile registriamo 39 decessi, addirittura 4 in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. Anche l’età media del funesto evento non subisce variazioni e rimane attorno agli 85 anni. Continuo però a sottolineare l’importanza della prevenzione, infatti a fronte di 33 persone uscite dall’isolamento domiciliare, ancora una quarantina rimangono sotto osservazione. Si tratta in particolare di familiari che sono entrati in contatto con un positivo o con un presunto tale. La curva di contagio in Regione continua in una lenta, progressiva riduzione, ma non è ancora il momento di abbassare la guardia. Attendiamo fiduciosi le decisioni del Governo in ordine ad una graduale ripresa delle attività, senza ridurre i presidi e le attenzioni a tutela del rischio contagio.

Come promesso in questi giorni abbiamo distribuito, casa per casa, le “mascherine base” fornite dalla Regione attraverso la Protezione Civile. Le attività di impacchettamento e distribuzione sono state svolte con estrema rapidità, grazie alla encomiabile collaborazione delle diverse Associazioni operanti su tutto il territorio comunale. Non mi stancherò di ringraziare ognuno per aver offerto la propria disponibilità in modo così genuino, gioioso ed efficace. Davvero un illuminante esempio di senso civico. Siamo pronti ed orgogliosi di ripeterci in caso di nuova fornitura.
Sono in corso di distribuzione i buoni pasto. Sono state presentate oltre 150 richieste ed, al primo vaglio dei Servizi Sociali, ne sono state esitate positivamente circa il 40%. Diverse sono risultate incomplete o non motivate a sufficienza. Verrà così effettuata un’ulteriore valutazione per l’ammissibilità.

In questo contesto ricorre il 75° anniversario della Liberazione.
Un 25 aprile, celebrato in tono minore, con un rito senza cerimonia: la posa della corona ai piedi del monumento ai caduti e nulla più. Oggi, a ragion veduta, possiamo assaporare ancora meglio il significato di Liberazione. E’ cambiata la forma del nemico, ma viviamo simili sentimenti di oppressione e costrizione. Fino a qualche settimana fa si ribadiva che la salute viene prima di tutto, anche del lavoro, per cui abbiamo sospeso tutte le attività non essenziali e ci siamo piegati al “distanziamento sociale”. Dopo 2 mesi di rinunce e privati della consueta possibilità di movimento, ci stiamo accorgendo che la mancanza della libertà toglie il senso alla vita e si comprende meglio il significato del sacrificio di chi, in nome della libertà, si è immolato per la conquista del valore umano supremo.

Auguro a tutti un buon fine settimana di Liberazione.

Il Sindaco Daniele Garuti


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto