MESSAGGIO DEL SINDACO DANIELE GARUTI

Pubblicata il 15/11/2020
Dal 15/11/2020 al 22/11/2020

Cari Concittadini,
viste le ultime novità introdotte in materia di contenimento della pandemia  vorrei condividere con Voi alcune riflessioni.

Dopo il periodo estivo caratterizzato da un basso numero di contagi,  la riapertura di diverse attività, l’aumento degli spostamenti  e dei contatti, ci stiamo avvicinando ad una nuova fase critica: con la stagione invernale (che già in condizioni normali crea disagi nei confronti di tutta la popolazione, in particolare quella anziana), il crescente numero di tamponi positivi, ricoveri e decessi ci ha portato ad aumentare la nostra soglia di attenzione.
 
Il timore di un nuovo lockdown ha fatto intervenire prima la Regione, in coordinamento con Veneto e Friuli-Venezia Giulia, che ha inserito alcune restrizioni, poi il Governo che ha cambiato, da Giallo ad Arancio, il colore della nostra Regione.
 
Il risultato di questo doppio intervento determina in sintesi:
- sono consentiti gli spostamenti solo all’interno del proprio Comune di residenza dalle 5 alle 22 e sono vietati quelli verso altri comuni, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di salute, studio o necessità;
- sospesi 7 giorni su 7 bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie.  Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio.  La ristorazione con asporto è consentita fino alle ore 22;
- l’attività didattica ed educativa per la scuola dell'infanzia, e del primo ciclo di istruzione (elementari e medie) continua a svolgersi in presenza;
- la mascherina dovrà essere indossata sempre, fin dal momento in cui si esce di casa;
- restano inoltre in vigore le misure già previste per le zone gialle.
 
I numeri variano ogni giorno e, nell’ultimo periodo, registriamo nel nostro Comune circa 30 persone positive e per la quasi totalità fortunatamente asintomatiche che si sommano ad altre circa 40 collocate in quarantena di cautela. Anche se i dati a livello comunale rimangono al di sotto della media nazionale e regionale, non possiamo abbassare la guardia: siamo chiamati tutti ad una rinnovata assunzione di responsabilità, adottando ogni misura di protezione (mascherine, distanziamento, igienizzazione), limitando i contatti e le uscite, con un occhio di riguardo ai concittadini più a rischio, come i nostri anziani.
 
Continuiamo a monitorare i dati pervenuti dall’U.S.L. e mi assicuro, telefonando personalmente ai cittadini in quarantena, che non ci sia il bisogno di qualche ulteriore tipo di sostegno o aiuto. Con questo piccolo gesto intendo esprimere anche un segno di vicinanza in un momento che, per qualcuno, può rappresentare motivo di preoccupazione, solitudine, senso di abbandono e di impotenza, con riflessi negativi anche dal punto di vista psicologico oltre che fisico.
 
Coraggio ce la faremo!
 
Un cordiale saluto. Il Sindaco Daniele Garuti


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto