IL 21 NOVEMBRE È LA GIORNATA NAZIONALE DEGLI ALBERI

Pubblicata il 19/11/2020
Dal 19/11/2020 al 31/12/2020

Il 21 novembre si celebra la Giornata nazionale degli alberi istituita come ricorrenza nazionale con una legge entrata in vigore dal febbraio 2013. L’obiettivo è quello di valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo e di ricordare il ruolo fondamentale ricoperto dai boschi e dalle foreste.

Gli alberi, grazie alle loro radici, prevengono i fenomeni di dissesto idrogeologico,  mitigano il clima, rendono più vivibili gli insediamenti urbani, proteggono il suolo, migliorano la vita di ognuno di noi e ci raccontano la storia…
Il Comune di Poggio Renatico è da molto tempo sensibile alle tematiche dell'ambiente e promuove la partecipazione della cittadinanza alla cura e gestione del verde pubblico e privato, incentivando da anni la piantumazione di nuove essenze arboree in collaborazione con la Regione Emilia- Romagna.

A memoria di tutti,  preme sottolineare che il Fraxinus excelsior di Via Venti Settembre assegna a Poggio Renatico un primato nazionale: è stato individuato infatti come il più grande d'Italia.

Lo studio su questa pianta della famiglia delle oleacee è stato condotto, in collaborazione con l'ufficio tecnico comunale, da Maurizio Stroscio, tecnico dell'Università di Ferrara e, come lui stesso ama definirsi, "cacciatore di alberi monumentali" dagli anni Settanta.

Nella sua relazione si legge: «Secondo l'ultimo censimento degli alberi monumentali d'Italia del Corpo Forestale dello Stato, i maggiori esemplari di Fraxinus excelsior sono localizzati soprattutto nel Veneto e in Lombardia, rispettivamente nelle province di Treviso e di Como. Quello di Poggio Renatico, già tutelato dalla Regione Emilia Romagna, oltre che dal proprietario, giustamente orgoglioso del suo monumento verde, con una circonferenza di 4,17 metri (6,15 metri alla base) e un diametro della chioma di 23 metri, supera gli esemplari già notevoli esistenti nelle succitate province.

Il primato del frassino poggese è stato stabilito confrontando le sue misure con quelle riportate per esemplari simili censiti sul finire degli anni '80 dall'allora Ministero Agricoltura e Foreste – Corpo Forestale dello Stato – in occasione del censimento degli alberi monumentali d'Italia, un lavoro serio e poderoso, raccolto in due volumi altrettanto monumentali».




Recentemente sono stati realizzati e resi fruibili al pubblico due parchi urbani, ubicati a Poggio Renatico e Gallo, per un totale di quasi 50.000 mq, nei quali sono state messe a dimora quasi 1000 piante.

Con la recente iniziativa della Regione “Mettiamo radici per il futuro”, nel 2021 verranno messi a dimora nei vari parchi comunali ulteriori 450 piante e l’iniziativa proseguirà anche per il quinquennio a venire.


Anche i privati cittadini possono ritirare gratuitamente le piantine messe a disposizione dalla Regione e aderire quindi all’iniziativa “Mettiamo radici per il futuro" recandosi direttamente presso i vivai convenzionati. I vivai aderenti e l’elenco delle piante sono reperibili sul sito del Comune di Poggio Renatico (cliccando qui) o sul sito della Regione Emilia-Romagna (cliccando qui). 


La giornata del 21 novembre si concluderà con l’illuminazione di color verde della “Torre del Parco”, ubicata all’interno del Parco del Ricordo di Poggio Renatico a testimonianza del nostro patrimonio arboreo.
 


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto