Indicatore di tempestività dei pagamenti


Piano dei pagamenti (art. 6 D.L. 35/2013)

Decreto Legge 8 aprile 2013, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 giugno 2013, n. 64, recante disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali.

Articolo 6 c. 9 D.L. 35/2013 convertito in Legge 64/2013: pagamenti delle pubbliche amministrazioni

"Entro il 30 giugno 2013 le pubbliche amministrazioni di cui agli articoli 1, 2, 3 e 5, comunicano ai creditori, anche  a  mezzo  posta elettronica ((certificata,  inviata  presso  l'indirizzo  di  posta elettronica  certificata   inserito   nell'Indice   nazionale   degli indirizzi PEC delle imprese e dei professionisti, di cui all'articolo 6-bis del codice di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005,  n.  82,)) l'importo e la data entro la quale  provvederanno  rispettivamente ai pagamenti dei debiti di ((cui agli))  articoli  1,  2,  3  e  5.

L'omessa comunicazione rileva ai fini della responsabilita' per danno erariale a carico del responsabile  dell'ufficio  competente.

((La comunicazione  inviata   con   posta   elettronica   certificata   è sottoscritta dal dirigente responsabile dell'ufficio  competente  confirma elettronica idonea a garantire l'identificabilita' dell'autore, l'integrita' e l'immodificabilita' del  documento  ovvero  con  firma digitale, rispettivamente,  ai  sensi  degli  articoli  1,  comma  1, lettera q-bis), e 24 del citato codice di cui al decreto  legislativo 7  marzo  2005,  n.  82.

Entro  il  5  luglio  2013,  le   pubbliche amministrazioni di cui agli articoli 1,  2,  3  e  5  pubblicano  nel proprio sito internet l'elenco completo, per  ordine  cronologico  di emissione della fattura o della richiesta equivalente  di  pagamento, dei debiti per i quali e' stata effettuata comunicazione ai sensi del primo periodo del presente  comma,  indicando  l'importo  e  la  data prevista  di  pagamento   comunicata   al   creditore.

La   mancata pubblicazione  e'  rilevante  ai  fini  della  misurazione  e   della valutazione della performance individuale dei dirigenti  responsabili e comporta responsabilita' dirigenziale e disciplinare ai  sensi  del
decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. I  dirigenti  responsabili sono assoggettati altresi' ad una sanzione pecuniaria pari a 100 euro per  ogni  giorno  di  ritardo  nella  certificazione  del   credito.

All'attuazione del  presente  comma  si  provvede  nell'ambito  delle risorse umane, strumentali e finanziarie previste dalla  legislazione vigente".
 
Il Comune di Poggio Renatico non ha comunicato alcuna richiesta di spazi  finanziari,   per sostenere i pagamenti di cui al comma 2 dell'art. 1 del D.L. 35/2013 mediante  il sistema web della Ragioneria generale dello Stato entro  il  termine del 30 aprile 2013, in quanto non presenti debiti con tali caratteristiche e pertanto non  ha  pubblicato nessun elenco completo per ordine cronologico di emissione della fattura o della richiesta equivalente di pagamento dei debiti e non è stata di conseguenza  effettuata nessuna comunicazione ai creditori ai sensi del 1° comma dell'articolo 6 della citata normativa con indicazione dell'importo e della data prevista di pagamento.
Descrizione File
Attestazione tempi medi di pagamento 2014
Inserita il 26/02/2015
Modificata il 26/02/2015
8467_attestazione_tempi_medi_pagamento.pdf
(28.58 KB)
Tabella tempi medi di pagamento 2014
Inserita il 26/02/2015
Modificata il 26/02/2015
8466_tabella_tempi_medi_di_pagamento_2014.xls
(0.53 MB)
torna all'inizio del contenuto